Il segreto per essere un trainer di successo

I PT (Personal Trainer) lavorano nell’industria del fitness da moltissimi anni ma la prima certificazione (CPT) di “Persona Trainer” è arrivata solo negli anni 80. Dopo queli anni, molte persone, appassionate del fitness, hanno ottenuto la certificazione che permettesse loro di figurare come “professionisti” del fitness e, di conseguenza, di avere un vero e proprio lavoro part-time.

Di conseguenza, si evolsero diversi stereotipi di figure professionali nel mondo del fitness. Tra i tanti, a spiccare, furono due categorie.

Le principali categorie di trainers

La prima, raggruppa quei trainer che sopravvalutano i loro servizi, alzando i costi, guadagnano bene. Questi trainers sembrano “salesmen” (funzionario aziendale addetto alla vendita), producono risultati fisici minimi con i loro clienti e spesso (o meglio, quasi sempre), non conoscono con precisione la fisiologia e la biomeccanica del corpo umano. Essi però sono seguiti da tantissime persone per il loro carisma, la loro capacità di motivare ed invogliare il cliente all’allenamento e alla costanza.

La seconda categoria di trainers invece raggruppa quelle persone che investono il loro tempo (e denaro) in studio e formazione. L’educazione è il loro focus primario e passano ore a studiare ed imparare sulle metodologie di allenamento, sulla programmazione, sulle tecniche di allenamento ecc… L’impazienza nell’allenare un cliente con il solo scopo di mettere in pratica ciò che imparano, porta loro a sottovalutare il valore (ed il costo) dei loro servizi (spesso offrono anche servizi gratuiti). Essi hanno una buona “nicchia” di clienti FEDELI e guadagnano discretamente.

Entrambe le categorie possono portare a sviluppare una carriera di successo. Tuttavia, negli ultimi anni, è nata una micro categoria di trainers che cerca di combinare le migliori qualità di entrambe le categoria sopra citate al fine di formare un professionista del fitness d’elite. Questa tipologia di trainer ha costante desiderio di imparare tutto ciò che riguarda il mondo del fitness e dell’allenamento ma non solo: essa prende in considerazione anche lo studio della personalità, della psicologia umana, della capacità di motivazione, dello studio del linguaggio e della comunicazione ecc… Il vero scopo di questi trainer d’elite è quello di portare sia il proprio valore che la soddisfazione del cliente sopra gli standard.

Le 5 chiavi per essere un trainer di successo

Dopo questa breve introduzione sulla figura del trainer e su alcune categorie di questa professione, ecco ciò che devi fare e sapere per essere un trainer di successo.

  1. Categorizzati

Molto probabilmente, leggendo l’introduzione di questo articolo, nella parte dedicata ad una categoria in particolare avrai pensato “Questa è la categoria alla quale appartengo/voglio apaprtenere”. Ti conosci, conosci le tue capacità, il tuo tempo a disposizione nella routine quotidiana e conosci il tuo comportamento verso il prossimo. Quindi è normale che tu ti senta appartenente ad una categoria in particolare. Se vuoi sviluppare una carriera di successo, resta costante nella tua scelta. Non cambiare mai.

  1. Certificati

Ottenere e mantenere una certificazione è una componente molto importante nel mondo del fitness. Al giorno d’oggi ci sono moltissimi enti di formazione che rilasciano attestati, diplomi e certificazioni. Sta a te informarti su quale di essi e quale corso di formazione sia più giusto per te e per la tipologia di cliente che andrai ad affrontare. Anche se la tua situazione economica lo permette, non frequentare corsì SOLO PER ottenere la certificazione e non collezionare attestati come figure su un album. Specializzati in un ramo in particolare: riabilitazione, salute o performance.

  1. Non invadere

La figura del trainer è connessa, in modo diretto o indiretto, ad altre figure professionali che operano sui clienti e sul loro benessere psicofisico. Altre persone quindi hanno il “permesso” di esercitare le loro competenze su un tuo cliente. Esse vanno rispettare e, per nessun motivo al mondo, devi sostituirle. Quindi non rilasciare al cliente diete e non praticare fisioterapia se non hai la giusta laurea o certificazione per farlo. Ti capiterà (o già ti è capitato) di scoprire l’alimentazione fornita da un nutrizionista ad un tuo cliente e penserai che non sia adatta a lui; così come puoi non accettare un trattamento terapeutico effettuato da un dottore ad un tuo cliente: anche se per te, la tua competenza nel loro campo sembra essere migliore, rispetta la loro figura professionale e non intrometterti nel loro lavoro. Se hai la possibilità, entra in comunicazione con loro in modo diretto (o indiretto, tramite il cliente) e cerca di trovare la giusta sinergia. Se il cliente è soddisfatto, tutti vincono.

  1. Misura

Il primo e miglior metodo per farsi una buona reputazione è il “passa parola”. Si tratta semplicemente del feedback che un tuo cliente esprime sul tuo operato rivolgendosi ad altre persone. Tutto comincia così, inutile spendere soldi in pubblicità, volantinaggio, inserzioni sui social network ecc… Tutti questi metodi secondari di farsi pubblicità vengono solo dopo quello principale, il passa parola. Il miglior modo per mostrare agli altri le tue capacità è portare il tuo cliente a fare passa parola non solo in modo diretto e verbale, ma anche con testimonianze scritte (o registrate). Testimonianze che possono essere visibili su internet, sui social e anche su volantini. Per creare una buona testimonianza occorre seguire una tecnica precisa di scrittura (che magari un giorno porterò su questo blog). Devi sapere che il requisito principale per scrivere una testimonianza che faccia effetto sta nella possibilità di dimostrare concretamente i risultati ottenuti dal tuo cliente. Dunque il cliente VA MISURATO. In base all’obiettivo che vi siete posti (tu e lui) dovete monitorare i progressi durante tutto il percorso: video, foto, test atletici, test fisici, misurazione del peso, qualsiasi altra cosa che sia misurabile e che dimostri il raggiungimento dell’obiettivo.

  1. Muoviti

Non fermarti. Non credere che una volta avviata la tua attività, il tempo della formazione e dello studio sia terminato. Non importa a quale categoria tu abbia scelto di appartenere, il mondo continua a girare e l’evoluzione cambia sempre le cose. Gli studi portano nuove scoperte e queste ultime portano nuovi studi. Se ti fermi, resti indietro.

 

Ecco perchè ho creato questo blog. Chiunque può venire in questo sito web e leggere curiosità, approfondimenti e casi studio. Anche in soli 5 minuti di lettura, puoi aprire la tua mente ad una cosa nuova e portare nel tuo bagaglio culturale qualcosa che in futuro potrà servirti.

Iscriviti alla newsletter e potrai ricevere articoli come questo direttamente via mail

Dai un’occhiata al Blog per altri articoli come questo.

Abbonati alla Newsletter per restare sempre aggiornato sulle offerte, promozioni e nuovi articoli

Claudio Liverano

CFSC Trainer - FMS Trainer - Bodybuilding Trainer - Athletic Trainer